top of page

Lontan da te non si può stare!

Aggiornamento: 11 giu 2023

L'Emilia-Romagna è una regione dell'Italia conosciuta per la sua ricca cultura, la sua cucina deliziosa e la sua gente accogliente. Ma quest'anno, c'è un motivo in più per scegliere l'Emilia-Romagna come meta delle proprie vacanze: aiutare le persone colpite dalle recenti alluvioni.


Longiano e la tutta nostra zona si sono salvate da questo disastro, ma noi come tutti quelli che si senton romagnoli dentro, non possiamo stare con le mani in mano e ci facciamo in quattro per aiutare ed esser vicini a tutti gli abitanti delle zone più colpite, dalle pianure alluvionate fino ai paesi franati sull'appennino. Tin bota!


Nel mese di maggio, l'Emilia-Romagna è stata colpita da un'eccezionale ondata di maltempo che ha causato alluvioni devastanti. Ventitré fiumi hanno esondato, causando la morte di 14 persone e costringendo oltre 50.000 persone a lasciare le loro case. In alcune zone, più di 300 millimetri di pioggia sono caduti in sole 24 ore, provocando danni per miliardi di euro e causando la sospensione di molte attività, compresa la Gran Premio di Formula Uno del 2023 e diversi concerti programmati.

In risposta a questa catastrofe, l'Associazione Nazionale Social Media Manager (ANSMM), un'organizzazione professionale riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, ha lanciato un'iniziativa per incoraggiare le persone a visitare la regione quest'estate. Scegliendo di trascorrere una settimana o più nelle zone colpite, i turisti possono dare un contributo significativo alla ripresa economica della regione, sostenendo attività locali come ristoranti, bar, negozi, stabilimenti balneari, agriturismi e borghi emiliani.

L'ANSMM sta anche chiedendo a Airbnb e Booking.com di annullare o calmierare la fee sulle prenotazioni nelle zone colpite. Condividere questo messaggio sui social media è un modo semplice per far conoscere l'iniziativa e incoraggiare più persone a partecipare.


Questa l'iniziativa del famoso Social Media Manager Riccardo Pirrone insieme alla Associazione Nazionale Social Media Manager (ANSMM).


39 visualizzazioni0 commenti
bottom of page