top of page

Santarcangelo, Fiera di San Michele 2023: il programma

Dal miele al Sangiovese, dal pallone a bracciale al trekking in Valmarecchia: l’edizione 2023 della Fiera di San Michele si conferma ricca di iniziative che rendono omaggio e testimonianza delle tradizioni e della storia di Santarcangelo e portano al tempo stesso alla ri-scoperta del territorio.


Sono diverse, infatti, le iniziative collaterali promosse da associazioni del territorio in collaborazione con Blu Nautilus, che organizza la tradizionale fiera in programma sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre, con la messa per il patrono in anteprima venerdì 29 settembre.

Fino al 1 ottobre al Museo etnografico è possibile visitare la mostra “Carlo Carlini maestro delle Api” allestita in occasione della conferenza di apertura della fiera del Miele di Montebello: maestro apicoltore, produttore in proprio di un ottimo miele, ma anche di materiale apistico, il santarcangiolese Carlo Carlini fu uno dei più grandi esperti di apicoltura a livello nazionale ed internazionale, famoso per i suoi accurati libri e per le teorie innovative formulate sulle dimensioni ideali delle arnie e dei telaini, finalizzati a creare un’apicoltura razionale anche in Italia.


Sabato 30 settembre alle ore 17, invece, un’altra pagina della storia della città sarà raccontata direttamente dalla voce della direttrice dei Musei comunali Elena Rodriguez che ci porterà in un viaggio a ritroso sulle origini del Sangiovese: il vino per eccellenza della Romagna che in epoca romana partiva dal porto di Rimini, conservato nelle anfore realizzate nelle antiche fornaci presenti a Santarcangelo, per essere commercializzato in tutto il Mediterraneo e nei territori dell’impero. A conclusione del tour guidato, è in programma anche la degustazione dei prodotti dell’azienda vinicola Case Marcosanti. La partecipazione è gratuita ma è consigliata la prenotazione al numero 0541/624.703.

In tema di storia della città, non poteva mancare il gioco del pallone a bracciale: sabato 30 settembre lo Sferisterio sarà teatro delle semifinali e finale italiana del torneo a cura della Federazione italiana pallapugno e dell’associazione “Lorenzo Amati”.

Sport, storia, paesaggio e tradizioni sono al centro anche delle diverse proposte di escursioni in Valmarecchia: venerdì 29 settembre, con partenza alle 17,30 dal parco Spina, l’associazione Valmatrek organizza il trekking urbano “Sulle orme dell’Arcangelo” dedicato a San Michele. Il giorno successivo, invece, Gregario.it propone il tour “Sulle strade di Tonino” per bici o Gravel con partenza fissata alle ore 9 presso la fontana “Il prato sommerso” al parco del Campo della Fiera, mentre alle ore 15, sempre al Parco della Fiera, parte la camminata nordic walking “Lungo le sponde del fiume Uso” organizzata dalla Asd Corposamente.


Tra gli eventi più attesi, anche l’appuntamento a tavola con la cipolla dell’acqua, prodotto tipico santarcangiolese e marchio De.Co. dal 2022, che dal 29 settembre all’8 ottobre sarà protagonista nei piatti dei ristoranti cittadini. Martedì 3 ottobre, lo chef Mussoni dell’osteria La Sangiovesa proporrà un intero menù a base della cipolla bionda di Santarcangelo, che sarà presente in tutte le portate, dall’antipasto al dolce (prenotazione obbligatoria al numero 0541/620710).

Il programma completo della Fiera di San Michele è pubblicato sul sito realizzato da Blu Nautilus www.santarcangelofiere.it insieme a tutte le informazioni utili.


42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Yorumlar


bottom of page